SATELLITI ARTIFICIALI

 

I SATELLITI ARTIFICIALI

Sono due le tipologie di satelliti artificiali che orbitano intorno alla Terra: geostazionari e polari.

 

  1. GEOSTAZIONARI. Sono collocati su un’orbita situata all’incirca sullo stesso piano equatoriale della Terra e orbitano in sincronia con la rotazione terrestre; hanno sotto di sé sempre lo stesso scorcio della Terra, sono collocati a circa 36000km dalla superficie terrestre, la loro orbita è circolare. La zona impegnata dalle orbite di questo tipo di satelliti è chiamata FASCIA DI CLARKE, dal nome dell’autore della famosa " … odissea nello spazio" che per primo ipotizzò, negli anni ’40, la collocazione geosincrona e geostazionaria di un oggetto nello spazio circostante la Terra . Due categorie inglobano gran parte di questi satelliti conosciuti dai più per i servizi forniti: trasmissioni TV (radio and tv broadcasting) come ASTRA e HOTBIRD; osservazioni e previsioni METEOROLOGICHE come la famiglia METEOSAT. La visione dei satelliti geostazionari è abbastanza lineare per le zone equatoriali e tropicali, mentre verso i poli aumenta la distorsione. Un’orbita viene percorsa in 24 ore. La zona coperta efficacemente dalle emissioni radio di un satellite geostazionario per telecomunicazioni e TV è detta "foot-print", ed in questa area si collocano gli utilizzatori. La necessità di coprire zone molto estese e lontane viene assecondata con l’impiego di più satelliti, della stessa famiglia, collocati a longitudini diverse. Per osservare efficacemente l’intero pianeta sono sufficienti tre satelliti distanti 120 gradi l’uno dall’altro. L’osservazione dall’alto ha una grande valenza strategica per i Paesi economicamente e militarmente più forti; nella fascia di CLARKE i satelliti civili, commerciali e scientifici sono affiancati da quelli militari e da quelli "spia". La vita di un satellite geosincrono è di circa 10 anni durante i quali esaurisce il combustibile usato nelle manovre correttive che si rendono necessarie per mantenere la giusta posizione in orbita.
  2. POLARI. La loro orbita non sempre è circolare, spesso è ellittica. Il piano dell’orbita è inclinato rispetto a quello equatoriale (fino ad essere ortogonale). Il punto di massima vicinanza alla Terra è detto apogeo (intorno agli 800-900km), quello più lontano perigeo. La velocità non è costante ma varia in funzione della distanza dalla Terra ed è molto elevata per compensare in modo centrifugo l’attrazione terrestre. La rotazione è asincrona rispetto a quella terrestre. In conseguenza delle basse distanze dalla superficie terrestre sono possibili scansioni più approfondite e dettagliate e possono coprire tutto il globo per effetto dei vari passaggi che interessano spicchi diversi della Terra. Sono lo strumento ideale per effettuare osservazioni ravvicinate e ricerche di ogni genere. I servizi METEO utilizzano anche questo tipo di satellite come pure le organizzazioni internazionali per l’agricoltura o per le ricerche minerarie e più in generale per la ricerca scientifica. Anche le organizzazioni militari e quelle di Intelligence dei paesi più importanti si avvalgono massimamente di sistemi di satelliti polari.

Gli occhi dei satelliti sono classificati in funzione della porzione di banda dello spettro elettromagnetico alla quale sono sensibili; quindi vedono al buio o attraverso le nuvole, vedono il calore, l’umidità, la densità delle masse fluide e di quelle al suolo e così via. Naturalmente vedono anche fotograficamente ; tutto il mondo può disporre di una cartografia impensabile senza l’impiego di satelliti.

Le tecnologie impiegate nei satelliti artificiali, pur premiando il principio della massima specializzazione, consentono ampi margini di riconfigurabilità verso impieghi alternativi alle esigenze primarie per fronteggiare evenienze di vario ordine; per un satellite per telecomunicazioni non fa grande differenza ritrasmettere conversazioni telefoniche o programmi televisivi piuttosto che altri tipi di informazioni analogiche o digitali. Ogni satellite è strumento di servizi consolidati ma è anche banco di lavoro per nuove ricerche e sperimentazioni.

Le telecomunicazioni civili, commerciali e militari sono le prime a beneficiare della tecnologia satellitare ma anche la ricerca scientifica ne trae grandi vantaggi.

La realizzazione e la messa in orbita di un satellite era in passato appannaggio delle organizzazioni governative delle grandi potenze economiche e militari, vista la dimensione dei finanziamenti ed il know-how necessari; oggigiorno è anche una vera e propria attività commerciale oltre che istituzionale. Insomma, basta pagare per avere in orbita un satellite e poi gestirne l’esercizio. Comunque, nell’odierno scenario, continuano ad essere fondamentali le finalità strategiche dei paesi più ricchi e più forti per determinare l’entità degli investimenti spaziali.

 GRAB-1 Prima generazione di satelliti-spia

 

 

 

 SISTEMA GPS

E’ un esempio di sistema di satelliti polari, 36 satelliti in orbite diverse che avvolgono la Terra in una trama e permettono a chiunque dotato di un apparecchio ricevente di conoscere la propria esatta posizione (pochi metri di errore) rispetto alla Terra: longitudine, latitudine, altitudine. Il sistema funziona a due livelli: uno ad altissima precisione per uso militare, l’altro, per gentile concessione militare, per uso civile e privato portando beneficio all’industria ed al commercio dell’elettronica da consumo.

Ogni soldato, nell’area del Golfo, nei deserti dell’Iraq o in qualsiasi landa sperduta equipaggiato di un ricevitore GPS militare può conoscere istante per istante la propria posizione e pianificare un percorso. Un navigatore solitario in mezzo all’oceano o un esploratore nel centro della foresta amazzonica possono fare il punto sulle carte in un batter d’occhio. Anche un missile da crociera col suo computer di bordo può pianificare il suo tragitto verso il target utilizzando il GPS.

……..

THE GLOBAL POSITIONING SYSTEM (GPS)

Satelli navigation systems provide a highly accurate means of determining the precise position of an object on or over the earth's surface. Accurate satellite data allows a cruise missile to receive regular mid-course updates which counteract the drift inherent in traditional gyroscope-based inertial navigation systems ('INS'). Packaged with even a simple INS, satellite navigation systems give a cruise missile accuracies of between 10 and 100 metres.

Two satellite navigation systems are currently being established. The United States has recently completed its Global Positioning System ('GPS'); its Russian equivalent is the Global Navigation Satellite System ('GLONASS').

 

GPS EUROPEO ?? GALILEO !!!

>>>

  

ARTEMIS, satellite multifunzione

 

L'Agenzia Spaziale Italiana ha consegnato all'ESA il satellite Artemis, il più importante programma tecnologico europeo per telecomunicazioni spaziali, realizzato da Alenia Aerospazio.

Artemis sarà posto in orbita geostazionaria per effettuare servizi di comunicazione verso terra e intersatellitari. Con una massa di 3.100 kg, sarà lanciato agli inizi del 2000 con il vettore giapponese H2A nell'ambito di un accordo di cooperazione tra l'ESA e la NASDA , l'agenzia spaziale giapponese. La sua vita operativa è prevista in 10 anni.

La sua missione contribuirà all'ulteriore sviluppo dell'attuale sistema di navigazione satellitare europeo, denominato Egnos e propedeutico alla creazione del futuro apparato globale GNSS che permetterà a tutti i mezzi mobili di conoscere esattamente la propria posizione anche in zone sprovviste di assistenza. L'obiettivo, come ha rilevato l'ing. Antonio Rodotà, direttore generale dell'Agenzia Spaziale Europea, è quello di migliorare le prestazioni per gli utilizzatori dei sistemi GPS americano e Glonass russo. Oltre alla responsabilità per lo sviluppo e la realizzazione del satellite, dei sistemi di bordo per le comunicazioni mobili e intersatellitari e del controllo di assetto, Alenia Aerospazio gestirà insieme a Telespazio anche il segmento operativo terrestre.

Le comunicazioni intersatellitari avverranno con una nuova tecnologia basata su raggi laser, destinata ad essere impiegata per le future costellazioni dei sistemi spaziali di telecomunicazioni, che consentirà trasmissioni più veloci, consumi inferiori, interferenze ridotte, e inoltre di utilizzare terminali di peso e dimensioni contenuti.

Ciò permetterà di rendere disponibili molto tempo prima i dati relativi all'esplorazione della superficie terrestre, attualmente destinati ad essere archiviati dagli stessi satelliti da osservazione che percorrendo orbite basse scompaiono rapidamente all'orizzonte una volta completata la fase di rilevamento.

©1998 Orizzonti

 

 

EUTELSAT

..http://www.eutelsat.it/home/index.html

Eutelsat è uno dei più importanti fornitori mondiali di servizi nelle comunicazioni satellitari. Con sede a Parigi , il suo team di 387 persone provenienti da 23 paesi dirige un’infrastruttura satellitare che assicura la trasmissione di televisione di consumo e radio, reti aziendali e accesso a banda larga.

Il 2 luglio di quest’anno Eutelsat ha completato un programma di ristrutturazione della sua organizzazione per convertirsi in società per azioni di diritto Francese.

I profitti sono cresciuti da 469 milioni di Euro nel 1999 fino a 686 milioni di Euro nel 2000. Dal suo mercato europeo e del bacino del Mediterraneo, Eutelsat ha esteso la sua presenza fino al Medio Oriente, Africa, sud ovest Asia, Nord e Sud America. In aggiunta alla sua sede centrale Parigina, esiste anche una filiale in Brasile e un ufficio vendite in Germania. Con una costellazione di cinque satelliti, la famiglia di HOT BIRD™ a 13 gradi Est costituisce una delle più grandi flotte di trasmissioni al mondo, con la trasmissione di circa 900 canali televisivi analogici e digitali ai telespettatori via satellite e attraverso reti cablate, in Europa, Nord Africa e gran parte del Medio Oriente. Oltre i servizi di trasmissioni televisive, il sistema fornisce oltre 560 radio e servizi multimedia, sulle stesse zone di copertura. Il sesto satellite della famiglia HOT BIRD™ verrà posizionato nel 2002 per soddisfare la crescente domanda per la prossima generazione di servizi di trasmissione digitale e servizi interattivi. Oltre a fornire altra banda Ku da aggiungere alla banda già fornita dal satellite HOT BIRD™ 1 al satellite HOT BIRD™ 5, inoltre una capacità ulteriore per una ridondanza in orbita, HOT BIRD™ 6 copmprende tecnologie avanzate sotto forma di banda Ka e servizi a pagamento SKYPLEX. I satelliti HOT BIRD™ forniscono una copertura completa dell'Europa ed inoltre parte dell'Africa ed Asia, comprendendo tutto il Medio Oriente. Questa é la più importante posizione in Europa per la ricezione di servizi televisivi e radio al consumatore. Un Superbeam permette la ricezione direttamente sulle abitazioni al centro dello spot di trasmissione con antenne paraboliche inferiori ai 60 cm. di diametro e nel Wide Beam con antenne di poco più grandi, offrendo la possibilità di ricevere in tutta Europa, Nord Africa, e raggiungendo Mosca e Dubai.

 

 

 

LE AGENZIE SPAZIALI NEL MONDO

ASA

ASI

BNSC

CERT

CNES

CONAE

CSA

DLR

DSRI

ESA

IKI

INPE

INTA

ISAS

ISRO

NASA

NASDA

NIVR

NLR

NSC

ONERA

RKA

SNSB

SRON

SSC

TEKES

Agenzia Spaziale Austriaca

Agenzia Spaziale Italiana

Centro Spaziale Nazionale Britannico

Centro di Studi e Ricerche di Tolosa

Centro Nazionale di Studi Spaziali

Commissione Nazionale per le Attività Spaziali

Agenzia Spaziale Canadese

Istituto di Ricerca Aerospaziale tedesco

Istituto di Ricerca Spaziale Danese

Agenzia Spaziale Europea

Istituto di Ricerca Spaziale Russo

Istituto Nazionale di Ricerca Spaziale

Istituto Nazionale di Tecnica Aerospaziale

Istituto delle Scienze Spaziali ed Astronautiche

Organizzazione Indiana per la Ricerca Spaziale

Amministrazione Nazionale per l'Aeronautica e lo Spazio Usa

Agenzia Spaziale Giapponese

Agenzia Olandese per i Programmi Aerospaziali

Laboratorio Aerospaziale Nazionale Olandese

Centro Spaziale Norvegese

Ufficio Nazionale di Studio e di Ricerca Aerospaziale

Agenzia Spaziale Russa Russia

Istituto Nazionale Svedese per lo Spazio

Organizzazione per la Ricerca Spaziale

Corporazione Svedese per lo Spazio

Agenzia Tecnologica Nazionale

Austria

Italia

Gran Bretagna

Francia

Francia

Argentina

Canada

Germania

Danimarca

Europa

Russia

Brasile

Spagna

Giappone

India

Usa

Giappone

Olanda

Olanda

Norvegia

Francia

Russia

Svezia

Olanda

Svezia

Finlandia

Home   ............................   Top ……………………………………………….………….……………….……….. link